martedì 29 luglio 2014

Come riconoscere una dieta da evitare


L'estate è ormai inoltrata, anche se il cielo sembra non essersene accorto.
Come ogni anno c'è qualche ritardatario della prova costume che cerca un modo facile e veloce per rimettersi in forma.
E come ogni anno spuntano sulle riviste diete e rimedi "facili e veloci" che offrono la soluzione. Purtroppo queste soluzioni, oltre ad essere spesso inefficaci, possono mettere a rischio la salute di chi decide di adottarli.
Ma come riconoscere queste diete errate?
Cominciamo con l'elencare gli aspetti che di solito si ritrovano in queste diete:

  1. Assenza di una pianificazione a lungo termine
  2. Monotonia alimentare con l'esclusione di alcune categorie di alimenti
  3. La promessa di eliminare il grasso in una specifica zona del corpo
  4. La promessa di perder una determinato peso in un determinato periodo
  5. Eccessive restrizioni caloriche, meno di 1200 calorie nelle donne o 1400 negli uomini
  6. Presentarsi come la soluzione definitiva
  7. Monotonia degli esercizi da praticare
  8. Ricorso a lassativi e diuretici naturali o artificiali
  9. Il ricorso ad integratori o supplementi

Quando un programma dietetico ricorre ad uno o più di questi aspetti, fatto salvo prescrizioni mediche riferite alla singola persona e quindi non generalizzabili, è bene diffidare.
La verità è che non esistono diete miracolose e che la salute si costruisce giorno per giorno adottando uno stile di vita sano.
Se si vuol perdere peso la scelta migliore rimane quella di affidarsi a professionisti del settore.


Articoli correlati