sabato 27 settembre 2014

Come gestire gli ODF su Android


Abbiamo già parlato del vantaggio di adottare standard aperti come gli ODF di OpenOffice e LibreOffice, piuttosto che formati proprietari. Attualmente per visualizzare e modificare questi formati su dispositivi mobili Android è possibile utilizzare AndrOpen Office ed EuroOffice, il primo basato su OpenOffice ed il secondo su CalligraOffice.
Progetti di notevole interesse, soprattutto per tutti coloro che cercano una suite da ufficio completa per liberarsi dai formati proprietari anche in mobilità, in rapida evoluzione per performance ed usabilità.


I due progetti sono estremamente diversi tra loro, scopriamo le loro peculiarità.

Euroffice for tablet possiede un'interfaccia semplice e pulita, quindi si presta meglio a schermi di piccole dimensioni.

AndrOpen Office invece è OpenOffice senza troppi adattamenti. Sicuramente completa ma poco maneggevole (non touch-friendly) e, al contrario del precedente, dà il meglio di sè su dispositivi di dimensioni maggiori (dai 10'' in su).
Plus di AndroidOpenOffice è il cloude assente in EuroOffice for tablet che permette di gestire e modificare i documenti presenti su gDrive e su server WebDAV/Box.
Piccolo limite di AndrOpen Office è invece il cuore del progetto, basato su OpenOffice 3.4 che comincia a sentire il peso degli anni.

Anche il progetto LibreOffice per tablet Android e Kindle sta muovendo i suoi passi con le prime versioni sperimentali scaricabili, mentre per una versione più stabile dobbiamo aspettare almeno il 2015.
Per i tablet Android è possibile lanciare le app via browser  o installarle in 4 semplici passaggi:
  1. Sul sito di RollApp  selezionare l’app da installare
  2. Cliccare il tasto “Aggiungi alla Home Screen
  3. Cliccare l’icona dell’app prescelta nella toolbar di Chrome e selezionare la voce “Aggiungi alla Home Screen” del menù
  4. Confermare l’istallazione cliccando “Aggiungi

Articoli correlati
Calligra la suite per ufficio di KDE