venerdì 7 novembre 2014

Libero Accesso per salvare la Scienza

Come tutti voi vi sarete sicuramente accorti, la parte informatica del blog sta ricoprendo un ruolo sempre più marginale; questo non perchè di software non ce ne siano, ma perchè la cultura “Open” è ben altro che semplici software, come la salute non è solo una pillola, la cultura libera non è solo un codice.
Open o Free vengono tradotti come “aperto” o “libero”, ma questo non significa assenza di regole; sta a significare “libero accesso” alla conoscenza, che sia software (source), manifatturiera (hardware), farmaceutica (Drug Discovery), istruzione (access) o mille altre forme.
L'idea di poter avere a disposizione delle risorse per costruire qualcosa di nuovo senza ripartire da zero e senza paletti se non la nostra voglia di fare e la nostra conoscenza è eccezionale.

Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l'altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti.” 

Bernardo di Chartres lo disse più di mille anni addietro, solo che con la cultura dei brevetti sfrenati rischiamo di non poterlo più fare.
La cultura del “libero accessoè una delle difese della Scienza contro l'ignoranza; sono gli anticorpi che ha sviluppato per proteggere il progresso ed ha un significato paragonabile a quello dell'introduzione del metodo scientifico.


Articoli correlati: