giovedì 13 novembre 2014

MedSphere trasformare l'assistenza sanitaria attraverso l'Open Source


Nonostante le moderne tecnologie cliniche contribuiscono a migliorare le cure, salvare vite umane, ridurre i costi e aumentare le entrate, in questo momento solo il 15% delle organizzazioni sanitarie utilizza sistemi clinici avanzati e cartelle cliniche elettroniche (EHR). Che si tratti di un ospedale, una clinica ambulatoriale o di uno studio medico, l’85% delle aziende sanitarie non ha automatizzato i propri processi di cura.
Perché no?
La risposta non sta nella tecnologia in sé, ma nel modello di business del software proprietario e di come riesce a servire il mercato sanitario mediante pratiche di Lock In.
La trasformazione della sanità utilizzando la tecnologia di informazione sanitaria (HIT), infatti, è ostacolata da tre barriere principali:


  1. Accessibilità: in quanto i sistemi proprietari rimangono proibitivi ed i venditori ignorano i problemi di interoperabilità perché non hanno alcun incentivo finanziario, quindi la perdita di rendimento durante la migrazione al nuovo software.
  2. Mancanza di interoperabilità: mentre molti sistemi supportano una certa interoperabilità attraverso Health Level 7 (HL7), molto spesso i produttori di software proprietario, sviluppano dei formati scarsamente compatibili con altri prodotti e con versioni precedenti del software, costringendo l'utenza a rimanere legata al proprio software e ad acquistare sempre l'ultima versione a causa della difficoltà di retrocompatibilità con i loro stessi prodotti.
  3. Adozione clinica: molte organizzazioni non possono investire nell’adozione di un sistema installato e funzionante a causa dei costi onerosi.


Allora perchè l’Open Source è ideale per il settore sanitario?


Il software Open Source è adatto per l'assistenza sanitaria, in quanto imita il modello di salute basata sull'evidenza; genera anche risultati migliori ed il miglioramento è continuo nel tempo. L'esperienza di altri settori dimostra che l'Open Source è il più conveniente ed il migliore approccio per la sicurezza e la gestione dei dati in rete.


Abbiamo già parlato di Vista, un sistema informatico sanitario sviluppato per migliorare la cura e la sicurezza del paziente. OpenVista  è la versione Open Source di Vista ed è un marchio registrato di Medsphere Systems Corporation (MSC).
MedSphere è una società che raggruppa scienza e marketing (capacità di sviluppo e di analisi), lo sviluppo di mercato, l’e-strategy e servizi tecnologici nei settori farmaceutico e delle biotecnologie. E’ il fornitore leader di soluzioni aziendali Open Source in campo sanitario, con lo scopo di migliorare la trasformazione clinica.


La società si rivolge principalmente ad aziende farmaceutiche e biotecnologiche, associazioni mediche, società di analisi ed investimento, agenzie pubblicitarie ed università.
Punti chiave dei servizi di base comprendono:


  • Acquisire intelligenza strategica per valutare il mercato competitivo;
  • Identificare e valutare le implicazioni di business;
  • Sviluppare opzioni strategiche;
  • Costruire un piano strategico solido con particolare monito alle azioni future;
  • Concentrarsi su quei driver di mercato e sui fattori competitivi fondamentali per il successo e che hanno più probabilità di produrre il risultato atteso.




Con la commercializzazione di OpenVista tramite un modello di abbonamento unico, Medsphere ha dato al settore sanitario un'alternativa EHR economicamente sostenibile che libera organizzazioni sanitarie dai vendor lock, dalla mancanza di interoperabilità, dai costi elevati e da altri punti dolenti che hanno paralizzato l'industria e precluso la diffusione e l'adozione della cartella clinica elettronica.

Fonti

Articoli correlati: